• CucinedalMondo5

Capesante che bontà!


Le Capesante o Cappesante, sono prelibati molluschi bivalvi che vivono nei fondali sabbiosi del Mar Mediterraneo, Mar del Nord e Oceano Atlantico ad una profondità compresa tra i 20 e i 200 mt. Raggiungono i 15 cm di diametro e vengono pescati con reti a strascico. Il periodo di pesca va da maggio ad agosto ma in commercio si trovano durante tutto l'anno, in modo particolare vengono consumate durante le festività natalizie, hanno conchiglie dalle forme eleganti che ben si prestano a presentazioni d'effetto.

La colorazione della conchiglia esterna varia dal bianco al bruno, il mollusco è composto da noce e corallo. La noce ha colore bianco, una polpa consistente ma tenera, il corallo di colore arancione è più morbido al palato. Si consumano sia crude che cotte.

Le Capesante non contengono glutine, sono ricche di omega 3, calcio, sodio e vitamina A, stimolano la produzione di colesterolo buono a discapito di quello cattivo. Sono un alimento ipocalorico, per 100 gr di prodotto edibilie si hanno circa 80 kcalorie

In cucina: ottime gratinate al forno , alla griglia o cotte al vapore. Guardate le nostre ricette

- capesante all'arancia e semi di coriandolo con porri e carote julienne

- capesante gratinate al forno con indivia radicchio e grana

-pappardelle con capesante, gamberi e cime di rapa piccantine

Curiosità:

- Le Capesante vengono anche chiamate pellegrine, Conchiglie di Saint Jaques o Conchiglie di San Giacomo.

- La forma della conchiglia di questo mollusco la si ritrova spesso davanti agli occhi provate a indovinare dove? Nel marchio Shell dei distributori di benzina.

- Nello stemma di Papa Benedetto XI, sullo scudo araldico è rappresentata la conchiglia di una capasanta, così come nel famoso quadro del Botticelli, la Venere nasce dalla valva inferiore della conchiglia di questo mollusco.

- Si narra che San Giacomo usasse le conchiglie di capasanta, molto numerose nelle spiagge della Galizia e della Spagna setttentrionale dove è ubicato il santuario di Santiago de Compostela, per contenere l'acqua per le benedizioni. Da qui pari derivi il nome conchiglia di San Giacomo, pare inoltre che i pellegrini durante il cammino le raccogliessero legandole poi al bastone o portandole come collana al collo in memoria del cammino compiuto. Divenuta simbolo del pellegrinaggio, la conchiglia la si ritrova spesso ad indicare il percorso da seguire a seconda che sia orientata a destra, sinistra o dritta.

Fonti prese da: http://www.alimentipedia.it/capasanta.html

#capesante #fruttidimare

14 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Google+ Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon

Tutti i diritti riservati sui testi e le immagini di nostra produzione del sito e del blog