• CucinedalMondo5

Firenze: "Città d'Arte e Mestieri"


Firenze: culla del patrimonio artistico,culturale e rinascimentale d’Italia,accoglie il passaggio del fiume Arno abbellito dal ponte vecchio che la arricchisce di fascino e charme, insieme ai suoi innumerevoli monumenti, testimonianza indiscussa di tante genialità architettonica del passato. Dichiarato Patrimonio Mondiale da parte di UNESCO, il suo centro storico, delimitato dalle vecchie mura medievali, sprigiona sapienza e ricordi che tutto il mondo ci invidia. Passeggiare per questa città nutre la vista e l'anima: alzando gli occhi al cielo cupole e campanili svettano e tagliano l'aria con i loro volumi e la loro forte identità, non da meno tutto il resto che ci circonda: piazze, monumenti, palazzi signorili antichi, musei, chiese e piccole strade che allettano il turista per la loro unicità.

Organizzare un week end a Firenze è oramai alla portata di tutti: siti innumerevoli propongono hotels ed alberghi di tutte le categorie; raggiungere la città sia in treno che in auto è semplice, aiutati come siamo dalla tecnologia. Per scoprire le bellezze di questa città in così poco tempo e riuscire a carpirne i segreti vi consigliamo tuttavia di rivolgervi a delle guide locali o ad agenzie di viaggio che potranno confezionarvi un pacchetto su misura. Riuscirete così a realizzare un city tour completo che vi darà assaggio di ciò che potreste approfondire o riscoprire in giornate successive o in soggiorni a venire. Firenze è un concentrato senza pari di arte, storia, cultura, architettura che, nemmeno in una settimana intera si potrebbe assimilare. Inoltre affidarsi a guide ed esperti vi darà la possibilità di lasciarvi condurre con tempi giusti e calcolati, affinché il vostro week end sia di successo garantito. Utile anche se scontato è ricordare quanto sia incompleto un soggiorno in questa meravigliosa città senza l'aspetto enogastronomico che solo per i vini meriterebbe un trattato. Certamente il piatto più conosciuto della cucina fiorentina è la classica bistecca realizzata con lombata di vitellone di razza chianina, scottata sulle braci, la cui origine è antica.In occasione della notte delle stelle, nel mese di agosto, che si svolgeva attigua alla basilica di San Lorenzo infatti, la potentissima famiglia dei De Medici era solita regalare al popolo grandi "pezzi" di carne, che venivano cucinati in piazza con dei grandi falò.

Noi abbiamo provato e suggeriamo in questo piccolo spazio un luxury boutique hotel: Palazzo Niccolini al Duomo. In posizione invidiabile, in Piazza del Duomo, a soli 30 metri dalla Cupola di Brunelleschi, un’elegante residenza caratterizzata da ampi spazi, alti soffitti decorati, preziosi affreschi e arredamenti pregiati, un luogo dove poter trascorrere un soggiorno indimenticabile. La scelta è comunque ampia e, volendo spostarsi verso la collina di Fiesole, uscendo dal centro storico ed avendo qualche giorno in più a disposizione, ville magnifiche con giardini da sogno, aprono le loro vedute sulla città "sapiente": per noi il top rimane Belmont Villa san Michele*****: un paradiso davanti al paradiso, ideale per chi vuole trascorrere un week end al top.

Il Gastronauta consiglia: radunare in poche righe le esperienze gastronomiche di una terra tanto ricca è difficile. Personalmente varrebbe la pena visitare la città ed i suoi dintorni in varie epoche dell'anno, proprio per godere di ciò che le stagionalità in area ci propongono. Esistono tuttavia piatti tipici e classici che rappresentano la Toscana. Ricordiamo i crostini di fegatini ed il lampredotto, le pappardelle alla lepre o al cinghiale, la minestra di pane;la classica bistecca alla fiorentina, la trippa, la ribollita.

PERIODO OTTIMALE: Firenze è una città che si può visitare tutto l'anno


19 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Google+ Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon

Tutti i diritti riservati sui testi e le immagini di nostra produzione del sito e del blog